DISCORSO D’ODIO

Download the EJN 5-point test for hate speech in Italian and use it in your newsroom.

GIRARE LA PAGINA DELL’ODIO: UNA CAMPAGNA MEDIATICA PER LA TOLLERANZA NEL GIORNALISMO

Quando si tratta di discorso d’odio, I giornalisti e gli editori devono fermarsi e prendersi il tempo per valutare l’impatto potenziale di un contenuto offensivo e provocatorio. Il seguente test, sviluppato da EJN e basato su standard internazionali, evidenzia le problematiche della raccolta, preparazione e disseminazione di notizie e aiuta a collocare ciò che viene detto e chi lo dice in un contesto etico.

 

DISCORSO D’ODIO - UN TEST 5 IN PUNTI PER GIORNALISTI

DISCORSO D’ODIO – UN TEST 5 IN PUNTI PER GIORNALISTI

1. STATUS DI CHI PARLA

  • In che modo la sua posizione può influenzare le sue motivazioni?
  • Dovrebbe essere ascoltato o semplicemente ignorato?

2. PORTATA DEL DISCORSO

  • Quanto lontano arriva il discorso?
  • Esiste uno schema di comportamento?

3. OBIETTIVI DEL DISCORSO

  • Produce dei vantaggi per chi parla e per i suoi interessi?
  • È volutamente teso a recare danni ad altri?

4. CONTENUTO VERO E PROPRIO

  • Il discorso è pericoloso?
  • Potrebbe incitare alla violenza contro altri?

5. CLIMA SOCIALE / ECONOMICO / POLITICO

  • Chi potrebbe essere toccato negativamente?
  • Ci sono precedenti di conflitto o discriminazione?

NON CEDERE AL SENSAZIONALISMO!

EVITA LA DI PUBBLICARE

PRENDITI UN MOMENTO DI RIFLESSIONE

Hate Speech

The dangers of hate speech in journalism are well known and can have tragic consequences. In response, the Ethical Journalism Network launched the Turning the Page of Hate campaign in 2014 to mark the 20 year anniversary of the Rwandan genocide.

Find our more about the EJN test for hate speech